Social marketing

0
1270

Il marketing sociale si basa sull’utilizzo delle strategie e delle tecniche del marketing per influenzare un gruppo target ad accettare, modificare o abbandonare un comportamento in modo volontario, al fine di ottenere un vantaggio per i singoli individui o la società nel suo complesso. A differenza del marketing tradizionale, nel marketing sociale l’obiettivo primario è ottenere un beneficio – sociale, di salute – per i destinatari del progetto. Il marketing sociale, quindi, nasce da una partnership tra un’azienda e un’organizzazione non profit ed ha come scopo di promuovere un’immagine, un prodotto o un servizio, traendone vantaggio reciproco. I soggetti coinvolti sono tre: l’impresa, l’organizzazione non  profit (la causa) e l’ambiente (stakeholder e consumatori).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Organizzazioni che utilizzano il marketing sociale nell’ambito delle loro strategie:

  • Fondazioni;
  • Agenzie per la protezione ambientale;
  • Ministeri/servizi per l’agricoltura;
  • Agenzie per lo sviluppo internazionale;
  • Terzo Settore (ambiente, sociale, ecc..);
  • Università;
  • Ministero della Salute;
  • Assessorati per la Salute regionali, provinciali, comunali;
  • Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie;
  • Istituto Nazionale Tumori;
  • Istituti per i trapianti e la donazione d’organi

I temi affrontati nel marketing sociale sono:

  • Risparmio energetico;
  • Raccolta differenziata;
  • Inquinamento atmosferico;
  • Voto, partecipazione civica;
  • Volontariato, tempo dedicato agli altri;
  • Iscrizione/frequenza scolastica;
  • Abuso di minori;
  • Utilizzo dei caschi per la bicicletta;
  • Donazione di sangue e organi;
  • Vaccinazioni;
  • Lotta al fumo;
  • Abuso di droghe;
  • Abuso di alcol;
  • Alimentazione;

QUANDO UTILIZZARLO
Il marketing sociale è indicato quando l’obiettivo delle aziende è la creazione di conversazioni attorno ad un’azienda, un prodotto, un servizio. E’indicato per quelle aziende che intendono ottenere maggiore visibilità, migliorare la reputazione, ottenere vantaggi in termini di immagine, oltre che creare relazioni di qualità.

I VANTAGGI PER L’IMPRESA

  • Maggiore motivazione dei dipendenti
  • Maggiore immagine nei confronti degli stakeholder
  • Maggiore visibilità
  • Maggiore competitività
  • Raggiungimento degli obiettivi commerciali

I VANTAGGI PER L’ORGANIZZAZIONE NO-PROFIT

  • Incremento dell’immagine
  • Maggiore notorietà della causa
  • Incremento raccolta fondi

COME UTILIZZARLO

Diverse sono le tipologie di social marketing che un’azienda può mettere in atto:

  • di transazione: una forma di collaborazione commerciale in cui l’azienda contribuisce all’attività o alla realizzazione di un progetto dell’associazione fornendo risorse finanziarie.
  • di promozione della causa (o di joint promotion): iniziativa attraverso cui l’azienda utilizza un proprio prodotto come mezzo per promuovere la causa sociale dell’associazione attraverso materiale informativo.

Operazioni questo genere sono, ad esempio, l’offerta da parte di un’impresa di inserire insieme al proprio prodotto conti correnti postali o leaflet informativi. In questo modo l’azienda non sostiene l’organizzazione mediante donazione diretta ma offre la sua rete per veicolare il messaggio per la raccolta fondi.

  • di licensing: forma di collaborazione in cui, a fronte di un corrispettivo economico concordato, l’associazione concede all’azienda l’utilizzo del proprio marchio sui propri prodotti o materiali informativi. Uno strumento che testimonia l’impegno dell’impresa in ambito sociale e qualifica l’azienda.
  • di joint fund raising: iniziativa in cui l’azienda garantisce il sostegno alla causa ponendosi come intermediaria tra propri clienti e l’associazione.

 IDEA LOW COST
Investire risorse in marketing sociale è indicato per creare un’immagine positiva dell’azienda che non è attenta solo al business ma soprattutto all’impatto che questo ha sul sociale e quindi contribuisce attraverso una serie di azioni miranti ad un modello di sviluppo sostenibile.