9 accorgimenti da usare per ridurre i costi di stampa

0
2089

La stampa di documenti nelle aziende, nelle PMI e nelle attività commerciali è una pratica ancora molto in uso e strettamente necessaria nei vari ambiti professionali. Perciò, ridurre i costi di stampa è un ottimo inizio per ridurre lo spreco in azienda. L’ottimizzazione del processo di stampa  potrebbe generare un risparmio del 30% sui costi di stampa totali.

La maggior parte delle aziende si concentra sull’ottimizzazione dei costi di stampa diretti come l’hardware, le spese di manutenzione o il costo dei consumabili, vediamo tuttavia alcuni consigli che possono essere d’aiuto:

  1. Se dovete far stampare una grande quantità di materiale, acquistate la carta direttamente dal grossista e fatela consegnare alla tipografia. Se lasciate che sia la tipografia ad acquistare, dovete fare i conti con un ricarico del 5-15%.
  2. Non tutti i prospetti devono essere per forza stampati su costosa carta patinata. Tra un tipo di carta e l’altra esistono differenze di prezzo rilevanti.
  3. In caso di stampati semplici come moduli di ordinazione, listini prezzi, rinunciate ad avvalervi di una tipografia e provvedete alla stampa in casa, con un programma di elaborazione testi.
  4. Passate alla composizione solo testi scritti perfettamente e studiati con cura. In certi casi le correzioni apportate dopo fanno gonfiare anche del 50% i costi di composizione.
  5. Risparmiate sulle stampe in policromia. Potete ottenere 3 o 4 colori usandone solo 2 con la tecnica della retinatura. Variando l’intensità di retinatura tra i 10 e 100% potete ricavare anche ombreggiature supplementari.
  6. L’effetto policromo può aversi anche alternando pagine monocromatiche con altre stampate a 2 colori. In un catalogo di 8 pagine potete stampare a 2 colori le 2 pagine di copertina e le pagine 4 e 5 , in bianco e nero le pagine 2,3,6, e 7.
  7. Badate che nelle offerte della tipografia, nei vostri ordini scritti e nelle conferme d’ordine i prezzi siano indicati separatamente per composizione, stampa, riproduzione, forniture successive, colori, spedizione e per correzione di bozze e rilegature. Nelle offerte forfettarie è difficile fare un confronto con la concorrenza.
  8. Usate font molto semplici che potrebbero generare un risparmio dai 35 ai 140 euro l’anno.
  9. Fate attenzione alle chiamate di assistenza: portano via tempo e denaro! Infatti, oltre al tempo passato al telefono, una chiamata potrebbe costare tra i 10 e i 15 €

In conclusione, prima di premere il tasto “print” o “copy” dovreste chiedervi se avete veramente bisogno di quel documento in formato cartaceo. Ricordatevi che potete condividere i vostri documento attraverso piattaforme cloud come Google Drive o Dropbox in maniera completamente gratuita!

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY